“ La donna Moschino appartiene a un’altra dimensione ”

Jeremy Scott, direttore artistico del brand, riesce anche per questo autunno/inverno 2018/19 a sorprendere, realizzando per il giorno Tailleur in perfetto stile Jackie-o  e per la sera Abiti a sirena in raso e Lustrini come  Marlyn Monroe, tutto ciò prende vita in una realtà Moschino, dove queste donne proveniente da un’altra dimensione sono la prova che per Jeremy ogni donna è una eroina, pronta ad affrontare la vita di petto, con audacia ed intraprendenza, sia di giorno che di notte.

Una moda proveniente dal futuro e da un’altra dimensione riesce a far emergere lo stile inconfondibile di Moschino anche nei dettagli delle borse con stampe ( ormai un must della casa Moschino ) e nei marsupi con colori pastello.

Si può trarre conclusione che la Donna Moschino proviene da un’altra dimensione


“ Avanguardia Pop ”

Alessandro Dell’Acqua, fondatore del marchio, stupisce ancora una volta con una collezione che affievolisce la divisione donna/uomo. Scritte colorate, in strass e paillette, impresse  su giubbotti sportwear, pantaloni ultra-slim in vinile ed un influenza glamur- pop per mantenere la femminilità di una donna consapevole della sua fisicità, che gioca su sovrapposizioni e su colori contrastanti. Portachiavi al collo e borse per il lavoro, come simbolo di una donna in carriera, al pari di un uomo, fiduciosa del suo look e priva di ogni timore per la vita. Una donna Pop, Majorette ,moderna , avanguardia pura per la Maison 21.


“ La nuova donna Bohémien ”

Per questa collezione, Veronica Etro, direttrice creativa, crea una silhouettes romantica, ispirata sia alle ombre sia  ai colori dell’orizzonte, intrecciati con stampe bohémian e con il color blocking dell’italia post- moderna.

Le stampe e i colori provengono dagli anni 20 attraverso polverosi tappeti art-deco dai colori caldi, tappezzerie ai muri con motivi floreali, albicocche, cuori e frecce, fiori bianchi, strisce e pavoni, tutto ciò che ci riporta a pensare ad una vecchia casa in prateria.

Il paisley tradizionale è stato reinterpretato con la tecnica chinè, effetto bandana, effetto cosmico, manuale con il bianco e nero,  Ciniglia stampata  e cardigan su lunghi vestiti, evidenziano la maestria nella produzione di maglieria, tratto indubbiamente distintivo di Veronica Etro.

Gli accessori trovano ispirazione nelle arti e tradizioni artigianali, Borse di pelle sfrangiate, gioielli sobri coralli turchesi e pietre incastonate creano un outifit tradizionale ma di spicco.

Scialle con frange riprendono la moda del momento , con spille e frecce rivolte verso il basso.  Complessivamente ogni donna Etro mostra una sicurezza innata, non tenendo presente del tempo e dell’età, ogni capo  rappresenta una storia ed una visione, totalmente unica.

“ Il Clan della Medusa ”

Il punk  è la chiave della collazione Autunno/Inverno di Donatella Versace, che ripesca stampe ed idee del fondatore della Casa della Medusa per reinterpretare la visione di Famiglia. Il clan, la gang e la famiglia come simbolo di appartenenza, mostrando vite di donne forti, autoritarie e con delle storie di vita quotidiana estrapolate da epoche diverse, Tubini  in pelle del glamour anni 80 indossati con magliette Logo,  Camicie oversize con stampe tipicamente Versace indossate con pantaloni slim fit, Maxi bag con pelle, lustrini e seta per la sera e per il giorno, grandi occhiali da sole in stile barocco e e contrasti di colori (nero e giallo) su tessuti in principe di galles . Ogni singolo outfit mostra una appartenenza ad un gruppo, le Donne Versace esprimono la loro storia, la loro unicità ed al tempo stesso la loro appartenenza al Clan della Medusa.


“ Trasmissione interrotta ”

La Curiosità che spinge ad esplorare, ad uscire di casa e a vivere a pieno la propria vita  fa della collezione di Marco de Vincenzo un tripudio alla vita vera, priva di mezzi tecnologici e di apatia verso il mondo che ci circonda.

Il logo della ” Trasmissione interrotta ” è ripreso sulle faux fur, sulle mini bag a manico dove ritroviamo anche le immagini di fiocchi rossi (simbolo aids), processioni con candele  ed esplosioni nucleari, tutto ciò a far emergere la sensibilità di una donna che è a conoscenza del mondo che la circonda ed esce dalla sua “ casa di protezione “ per vivere in prima persona ciò che ha sempre visto in uno schermo. Giacche Oversize  in rainbow-hued creano una silhouette moderna e all’avanguardia, evidenziando una donna decisa e pronta a tutto.

“ Eleganza Lineare ”

La percezione del gusto Armaniano, per questa stagione, accoglie nuove culture, elaborate per definire al meglio l’eleganza femminile della “ Donna Giorgio ” .

Lunghi cappotti, piccole giacche evidenziano l’avanguardia ma allo stesso tempo la classicità che contraddistingue il marchio. Gioielli ed accessori creano accenti stravaganti su abiti lineari .

Paola d’ordine “ brillare”; Tessuti lavorati con intrecci di cristalli ed una silhouette sottile, svelano la fluidità del corpo femminile, rivelando, anche solo per un attimo, le gambe scoperte.

Giorgio Armani riesce sempre a far brillare di luca propria ogni sua donna.

“Milano è MSGM”

Una pura celebrazione del capoluogo Lombardo sulla passerella della collezione autunno/inverno di Massimo Giorgetti, partendo da una figura iconica come Alessandro Manzoni per arrivare alla Milano da bere, con sciarpe hooligans con i nomi dei bar storici di Milano ( Bar Basso, Bar Jamaica, Bar Pravda, Bar Cucchi).

Sfilano in piazza san fedele , a pochi passi dal Duomo, stampe milanesi iconiche su vestiti in vinile e trapuntati, ricorre la frase “ IL FUTURO NON È SCRITTO “, con scarpe chunky e tacchi altissimi, una moda al limite tra eleganza e streetwear che contraddistingue MSGM.

“ Libertà Casual ”

La nuova collezione di Emporio Armani, a cura di Giorgio Armani, mostra, attraverso un Mix di colori, abiti scintillanti e giacche maschili su mini dress un look totalmente casual, fuori da schemi e tradizionalismi.

Una ventata di freschezza giovanile in outfit classici, così che un abito gessato è impreziosito con strass e stivali texani con paillet su pantaloni in vinile, urla al mondo la libertà di vestirsi come si vuole, mescolando giorno e notte, uomo /donna e gioventù con età avanzata.

Giorgio Armani anche per questa stagione rende la donna e l’uomo liberi di essere e fare ciò che amano.

“ The New Fashion Shower ”